Lavare, o non lavare, questo è il dilemma

Jeans, biancheria, pigiami, e altri indumenti, ogni quanto lavare i vestiti?

Tante sono le possibilità, dovute alle scelte, convinzioni e abitudini di ciascun individuo.

In California c’è molta pulizia perché non buttano via la loro immondizia, la trasformano in show televisivi. Woody Allen

Dobbiamo fare i conti col fatto che l’uomo è un animale sociale che vive in collettività e, pertanto, deve trovare il giusto mezzo per convivere con gli altri.

Per chi è attento all’igiene personale, pensare che esistano intervalli di tempo “giusti” per detergere l’abbigliamento indossato può risultare assurdo.

 

 

Una settimana, un mese, una stagione!

Ci sono persone che, come me, lavano gli abiti in continuazione (addirittura lavo vestiti che sono riposti nell’armadio per molto tempo senza essere utilizzati, sic!) e quelli che invece aspettano, aspettano, aspettano.

Non ridete: ho conosciuto professionisti che per lavoro utilizzano abiti formali o completi, possibilmente griffati, che portano le cose in tintoria solo a fine stagione!

Ogni individuo ha il suo metodo per decidere che fare: chi in base alle macchie o ai giorni di utilizzo, chi lava continuamente tutto, chi quando gli pare e chi invece quando sente… cattivo odore!

Fortunatamente, o per alcuni sfortunatamente, è la scienza a dirci quando e perché lavare i nostri abiti.

Greg Foot, resident scientist della BBC, espone quelle che sono le ragioni per cui i vestiti sono sporchi.

La risposta è che “gli esseri umani sono disgustosi” e producono la bellezza, o bruttezza, di cinquecento milioni di cellule morte ogni dì.

Secondo Greg Foot non bisogna fidarsi dello sporco che vediamo e sentiamo, bensì seguire le seguenti tempistiche: ogni giorno per la biancheria intima, 3 per gli asciugamani, 7 per il pigiama e… fino a 6 mesi per i jeans!

Di diverso avviso la rivista “Mail Online” che riduce a 5 utilizzi il jeans, 7 per le gonne e i pantaloni così come felpe e maglioni.

Sempre per il “Mail Online” cappelli, guanti e sciarpe devono essere lavati 5 volte a stagione, giacche e blazer ogni 5 giorni, mentre le camicie vanno lavate ad ogni utilizzo, infine per i cappotti in lana è consigliabile un lavaggio in tintoria ogni mese.

I costumi da bagno si devono lavare ogni giorno, necessario rimarcarlo?

Ebbene sì, molte persone ritengono che il costume si lavi indossandolo dopo la doccia, mentre è necessario detergerlo con un prodotto delicato dopo esserselo tolto.

La sola parte utile della medicina è l’igiene; e anche l’igiene, del resto, più che una scienza è una virtù. Jean Jacques Rousseau

Un’ultima cosa: le lavatrici, soprattutto a causa di scarsa manutenzione e basse temperature di lavaggio, possono trasformarsi in un ricettacolo di germi e batteri.

Si possono prevenire i problemi di igiene utilizzando appositi prodotti e separando i capi nella fase di lavaggio, ad esempio è utile dividere la biancheria intima da asciugamani, tovaglie, ecc.

Se non volete seguire quest’ultimo consiglio e invitate qualcuno a cena a casa vostra MADEMOISEAU.IT vi esorta ad utilizzare i tovaglioli di carta.

A cose grandi, belle e giuste!

  • Barbara Chmielewska

    6 mesi per i jeans… no no grazie 😀